Libri per tutti i gusti: consigli per giovani lettori

In questo periodo più del solito ho la voglia e la necessità di leggere libri rivolti ad un pubblico giovane: li sto divorando a tempo di record e mi regalano grandissime soddisfazioni. D'altra parte questa mia passione è nota e, unendo l'utile al dilettevole, ne approfitto per stilare una bibliografia da proporre a settembre agli studenti della scuola secondaria di primo grado e chissà, anche ai loro insegnanti. Non riesco a fare un post per ogni libro perché ne sto leggendo troppi e il tempo è tiranno, pertanto li raggruppo e ve ne parlo velocemente, sottolineando cosa mi è piaciuto. Oggi vi presento quattro libri diversissimi tra loro: libri per tutti i gusti! Provate a vedere se trovate quello giusto per voi o magari quello da proporre ai vostri riluttanti figlioli alle prese con le letture estive (se avete dei figli riluttanti, in caso contrario ancora meglio).
Partiamo?

Il rinomato catalogo Walker & Dawn di Davide Morosinotto, Mondadori
Trama: Louisiana, 1904 Te Trois, Eddie, Tit e Julie non potrebbero essere più diversi, e neppure più amici. In comune hanno un catalogo di vendita per corrispondenza, tre dollari da spendere e una gran voglia di scoprire il mondo. E quando, anziché la rivoltella che hanno ordinato, arriva un vecchio orologio che nemmeno funziona, i quattro non ci pensano due volte e partono verso Chicago, per farselo cambiare. Fra un treno merci e un battello a vapore sul Mississippi, si troveranno alle prese con un cadavere nelle sabbie mobili, imbroglioni e bari di professione, poliziotti corrotti, cattivi che sembrano buoni e buoni che non lo sono affatto... per non parlare di un delitto irrisolto e di molti, molti soldi! Vincitore Premio Andersen 2017 - Miglior libro oltre i 12 anni.

Questo libro sembra un classico, una storia alla Twain per intenderci. La giusta dose di avventura (molta avventura), il viaggio, l'amicizia e anche il mistero. Quattro ragazzini, ad inizio '900, che scappano lasciandosi tutto alle spalle, cercando una vita migliore e un colpo di fortuna. Vivranno grandissime esperienze. Adatto veramente a tutti, coinvolgente ed appassionante.





Il mondo da quaggiù di Holly Goldberg Sloan,  Mondadori
Trama:Julia è molto bassa per la sua età e ha sempre l’impressione di vedere il mondo da sotto in su. Ma è curiosa e intraprendente e ha molti progetti per l’estate in arrivo. Sua madre però scombussola tutto quando la costringe a partecipare ai provini per uno spettacolo teatrale. Lei e il fratello minore vengono scelti per fare i Mastichini nel Mago di Oz, e benché Julia pensi di non saper né ballare né cantare, la sua vita sarà rivoluzionata. Il regista, Shawn Barr, ha un carisma quasi magico. E poi c’è Olive, un’attrice affetta da nanismo che per Julia diventa un’amica davvero speciale. Per non parlare della signora Chang, la sua vicina di casa, una vecchietta dalle insospettabili doti artistiche… Insieme a tutti loro, nel corso dell’estate più bella della sua vita, tra una prova e un costume, Julia arriverà a vedere il mondo dall’alto, e scoprirà che la vera grandezza è quella che hai dentro.

Amo questa scrittrice! Riesce sempre a condire le sue storie con ironia ed intelligenza, ribaltando i luoghi comuni. Questo è il racconto di un'estate magica che farà maturare la piccola protagonista. Il fulcro della storia è la messa in scena di una rappresentazione teatrale del mago di Oz. Viene voglia di farci un tuffo dentro. Merita la citazione: "Sono cresciuta questa estate. Non fuori, ma dentro. Ed è l'unico posto in cui crescere conta davvero." Delizioso a dir poco.


Voce di lupo di Laura Bonalumi, Piemme
Trama: e il bosco potesse parlare, racconterebbe di due ragazzi che amavano respirare il profumo della resina. Se le montagne e i sassi avessero voce, direbbero che lassù, dove le cime graffiano il cielo, a volte il respiro si ferma. Come quello di Giacomo, bloccato dalla terra che all'improvviso frana; come quello del suo più caro amico, che preferisce non ricordare il proprio nome, perché da quando la montagna si è sgretolata niente ha più senso. E parlerebbero anche del respiro di Chiara, amica preziosa che ama i boschi solo in cartolina. Non bastano le parole di genitori, professori o amici per riempire un vuoto che sembra incolmabile: Giacomo se n'è andato e ha portato via il sole. Vivere ancora sembra impossibile, se non passando attraverso ciò che è accaduto. Passando di nuovo attraverso il bosco.

Amicizia, amore e senso di colpa. Un libro per un lettore che ha già acquisito un certo grado di maturità e che si sta dibattendo tra le problematiche dell'adolescenza. Una lettura "adulta", ma che lascia spazio anche alla magia delle cose inaspettate. Una fuga, la montagna, un bosco e l'amicizia con un lupo vero. Si cresce attraverso il confronto e la sofferenza, rivendicando il proprio io agli occhi un po' velati degli adulti. Un messaggio per i giovani e anche per i genitori. Psicologico, delicato e allo stesso tempo di ampio respiro.


Il maestro nuovo di Rob Buyea, Rizzoli
 Trama: È l'inizio della quinta elementare per sette bambini della scuola di Snow Hill. C'è Jessica, la nuova arrivata, che fatica ad ambientarsi e si rifugia nei libri; Alexia, la bulla, che ti è amica un momento e nemica quello dopo; Peter, il mattacchione della classe; Luke, l'asso della matematica; Danielle, che non sa farsi valere; la timida Anna; e Jeffrey, che odia la scuola. Mr. Terupt, il loro nuovo maestro, è l'insegnante che tutti vorrebbero avere. Brillante e sensibile, sa trasformare la scuola in un posto entusiasmante... Finché un giorno ammantato di neve accade un incidente che cambierà tutto. E tutti.

Un libro commovente, raccontato a più voci a turno da tutti gli studenti del maestro nuovo. L'alternanza di voci regala al libro varietà e una bellissima visione di insieme che permette di entrare in empatia con tutti i personaggi. Il maestro viene raccontato dai suoi studenti che grazie alle sue lezioni e al suo modo di essere non potranno che cambiare e maturare. L'insensatezza di alcune situazioni è però dietro l'angolo e si sfiora la tragedia. Non sono riuscita a non piangere e poi ho sorriso sollevata. Un lieto fine dopo tanta tensione era d'obbligo e non mi ha disturbata. Superconsigliato.

Quale ho amato maggiormente di questi libri? Direi che tra Il maestro nuovo e Il mondo da quaggiù è una bella lotta. ;-)
Sono già ripartita con le letture, facendo una piccola deviazione verso i fumetti, il tutto mentre attendo impaziente che due libri rientrino dal prestito (Wolf e Il mistero del London Eye).
E voi? Avete qualche lettura di questo tipo da consigliarmi? Ogni suggerimento e ogni non moderato entusiasmo saranno graditi: sparate i titoli e io mi metto alla ricerca.
A presto.




CONVERSATION

4 commenti:

  1. Allora, come sai, qui siamo un po' fuori dalla mia comfort zone, quindi titoli non te ne posso consigliare, ma il tuo entusiasmo è contagioso e credo che proverò i tuoi preferiti! Chissà, magari trovo un libro prezioso, come Una atella tra i rami... Che mi fece piangere senza ritegno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il maestro nuovo fa piangere, ma temo ugualmente possa non essere il tuo genere. Oggi ne ho preso uno che forse invece farà al caso tuo! ;-)

      Elimina

Back
to top