Terapia di coppia per Amanti - Diego De Silva









Titolo Terapia di coppia per amanti
AutoreDiego De Silva
N° pagine - 274
Data pubblicazione27 ottobre 2015
EditoreEinaudi
Collana - I coralli
ISBN -13: 978-8806226664


TRAMA
Terapia di coppia per amanti è un romanzo a due voci, maschile e femminile, che si alternano a raccontare la loro storia mentre la vivono, perché «ci sono fasi dell'amore in cui la realtà diventa un punto di vista, generalmente quello di chi lo impone». Due adulti sposati (non tra loro) che si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie. Viviana è sexy, vitale e intrigante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. È combattuta fra restare amante e alleviare così le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un'altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell'autoassoluzione. Spara battute a sproposito per svicolare, e fa pure ridere. Moderatamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuzione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché. È nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall'analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da conflitti e lacerazioni continue. Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia non ufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l'incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di una schermaglia drammatica e ridicola insieme, e rischiando di perdere la lucidità professionale. Tenero e cinico, divagante, vero, capace di usare la leggerezza come arma contundente, Terapia di coppia per amanti è un'immersione nelle complicazioni dei sentimenti, nei conflitti che apriamo continuamente per la paura (che tutti conosciamo per averla provata almeno una volta) di affidarci all'amore e dargli mandato a cambiarci la vita.

RECENSIONE
Lo ammetto: ho approcciato questo libro con la puzza sotto il naso. Non l'avrei sicuramente mai preso in considerazione se non fossi entrata nel vortice della challenge, ma tant'è! Potere delle LGS.
Vi state chiedendo da cosa arrivi la puzza che mi solleticava il naso? Dal fatto che questo libro narra la storia di due amanti clandestini: una delle situazioni che, nella mia "vecchitudine" non ammetto e non comprendo. Divago un po' e faccio un parallelo di questo genere di situazioni così come si presenta nella mia mente. 
Vedo un libro e rimango folgorata dalla copertina; leggo la trama e mi piace ancor più della copertina, decido di comprarlo. Arrivo a casa, mi siedo in poltrona e inizio a leggerlo: mi piace un sacco. Poi, succede qualcosa: la narrazione rallenta, i personaggi perdono concretezza, le situazioni non sono più così intriganti. A questo punto io non riesco a prendere un altro libro che mi intriga di più per leggerne un capitolo ogni tanto, mentre continuo faticosamente la lettura del primo. 
Proprio no, non ci riesco.
O decido di dare un'opportunità al primo, se non altro perché ci ho investito tanto ed avevo delle alte aspettative, oppure decido di chiuderlo definitivamente per dedicarmi ad altro.
Ecco perché ho preso questo libro con due dita, come quando si prende un fazzoletto da terra per gettarlo nella spazzatura.
Ma devo dire che pian pianino le mie mani si sono rilassate e hanno raccolto questo volumetto con piacere.
Questa lettura mi ha fatto lasciato un duplice sapore in bocca: la piacevolezza dei capitoli narrati dalla voce di Modesto e le sue esilaranti esternazioni, contrapposta alla sensazione di acidità da reflusso dei capitoli narrati dalla voce di Viviana.
Modesto è il classico amico di bevute, brioso e simpaticamente imperfetto, consapevole dei propri limiti; Viviana è la classica nevrastenica donna che si innamora dell'amante e smette di amare il marito, ma non lo lascia se non può iniziare una nuova vita con l'amante; la donna che non sa vivere senza un uomo accanto, incapace di reggersi sulle proprie gambe.
Ecco, Viviana non potrei reggerla nemmeno come vicina di casa! Anche in questo momento, mentre scrivo di lei, ho questa sensazione di fastidio che mi sale dallo stomaco. E qui sta la bravura di uno scrittore capace di descrivere i personaggi nel loro intimo in modo eccellente. I suoi personaggi non possono lasciare indifferenti: possono suscitare sensazioni diverse a seconda del vissuto di ognuno, ma non certo indifferenza.
Per esempio il povero terapeuta dal quale Viviana trascina Modesto, Vittorio Malavolta, a me ha ispirato tanta tenerezza: un famoso terapeuta diventato personaggio televisivo che non riesce a gestire la propria situazione sentimentale, al punto di sciogliersi in lacrime davanti ai pazienti per un subdolo SMS ricevuto dalla giovane amante. Forse improbabile, ma molto tenero.
Menzione speciale per Ferdinando, il papà di Modesto: un padre solo in senso biologico, che non fa mistero del fatto di non aver mai avuto intenzione di fare il padre, ma che con le sue uscite taglienti e per niente empatiche, è l'unico a dare una scossa all'immobilità emotiva del figlio.

Lo consiglio a chi voglia conoscere una delle tante sfaccettature di quel sentimento universale che misteriosamente lega le persone.
Buona lettura da Stefania
Il mio voto:

CONVERSATION

16 commenti:

  1. Carissima Stefania, ecco questa recensione la condivido, al 100%. Tutto quello che hai scritto tu lo penso io. Ma tutto eh????? Brava, bravissima, non potevi esprimerti in modo migliore. La condivido in pagina della biblioteca posso??
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salvia adorata, il sorriso che mi è spuntato in faccia leggendo le tue parole, mi accompagnerà per molti giorni! Grazie per i complimenti e certo che puoi condividerla, ovunque tu voglia!
      Baci (ma tanti), Stefy

      Elimina
    2. Uhm grazie a te allora vadoooooo:-) recensioni così vanno divulgate mia cara. A presto prestissimo

      Elimina
  2. Cara Stefi, concordo con Salvia: una bella recensione e sono felice che il libro lo abbia letto tu perchè per me sarebbe stato difficile.
    Trovo molto, molto utile, oltre che bello condividere questa avventura del blog insieme a te.
    ;-)
    baci lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima socia, sono io ad essere felice di condividere questa avventura con te; fino all'estate scorsa non avevo neanche mai preso in considerazione l'eventualità di aprire un blog, ma dopo quella "giornata perfetta" tutto è diventato naturale.
      Baci baci baci, Stefy

      Elimina
    2. Eh, la ricordo benissimo quella giornata perfetta! La più bella della mia estate.
      Baci lea

      Elimina
  3. Grande, grandissimo Diego De Silva. Ho adorato follemente questo libro, lo stile, i personaggi e la trama. È bellissimo anche condividere opinioni diverse dalle proprie. A presto ragazze :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cuore.
      Lo stile dell'autore è piaciuto molto anche a me, soprattutto come delinea i personaggi, tanto che mi pareva di averci passato insieme del tempo "vero". In realtà l'unica cosa che non mi è piaciuta è l'argomento della storia, ma il fatto che l'abbia letto tutto e amato e detestato i protagonisti la dice lunga. Grazie per darci sempre il tuo prezioso parere.
      Alla prossima, Stefy

      Elimina
  4. Ciao Cuore, in attesa che ti risponda stefania ti mando un saluto. Io purtroppo questo libro non me la sento di leggerlo perchè il tema adulterio mi indispone sempre tantissimo. Certo è un mio limite, ma cosa ci posso fare??? Mi piace leggere quello che mi piace leggere! Ah ah ah
    Hai altri titoli di questo scrittore da consigliarmi?
    un saluto da lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi socia! Anche a me piace leggere quello che mi piace leggere, eh!!!!
      Ed ho la migliore spacciatrice di piacevolezze che potessi trovare!
      Ciaoooooo

      Elimina
  5. Ciao ragazze! Devo ammettere che questo libro temo a leggerlo! Sono una all' antica e le relazioni extraconiugali non le digerisco, ma tutti le blogger che seguo hanno letto questo romanzo e non nascondo che un pò di curiosità mi è venuta! Vedremo, magari cado in tentazione e recensirò anch' io Terapia di coppia per amanti! Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! Come ho precisato nella recensione, anche per me una relazione adultera è inconcepibile, figuriamoci finire dall'analista per salvarla! Ma devo dire che, argomento a parte, è un libro veramente ben scritto; mi è stato impossibile immedesimarmi nei personaggi, ma li ho conosciuti e sentiti vicini (Viviana non abbastanza vicina da poterle tirare uno sputazzo in un occhio, peccato...).
      Se deciderai di leggerlo e recensirlo, verrò a sbirciare il tuo pensiero.
      Ciao e alla prossima,
      Stefania

      Elimina
  6. Ciao ragazze! Devo ammettere che questo libro temo a leggerlo! Sono una all' antica e le relazioni extraconiugali non le digerisco, ma tutti le blogger che seguo hanno letto questo romanzo e non nascondo che un pò di curiosità mi è venuta! Vedremo, magari cado in tentazione e recensirò anch' io Terapia di coppia per amanti! Rosa

    RispondiElimina
  7. ehm. Voi sapete che io, il libro, l'avrei lanciato nel camino.
    Mi è piaciuto il parallelismo con il libro ma ho tradito e quindi, non posso dire a cuor leggero che non capisco la meccanica della situazione. Comunque, la pensiamo allo stesso modo su quella nevrotica di Viviana e quel genio di Ferdinando.... padre inutile ma maestro di cruda sincerità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Devo dire che il personaggio che più ho apprezzato è stato proprio Ferdinando; non lo vorrei come padre, ma come vicino di casa dal quale andare a cercar consigli davanti ad una buona birra, sì!
      Grazie per averci lasciato il tuo pensiero.
      Ciao, Stefania

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina

Back
to top